Sezioni

Tributi comunali: IMU e TARI anno 2020

Le informazioni e gli approfondimenti che riguardano i principali tributi comunali per l'anno 2020

Indice della Pagina
NUOVA IMU

TARI

Tramite questa pagina sono disponibili le informazioni, la documentazione e gli approfondimenti relativi ai principali tributi comunali per l'anno 2020, in particolare la Nuova Imu (Imposta Municipale Unica) e la Tari (Tassa sui Rifiuti). 

NUOVA IMU (Imposta Municipale Unica)

La Legge n. 160 del 27 dicembre 2019, ha abolito l’imposta unica comunale (IUC), accorpando il tributo per i servizi indivisibili (TASI) nella nuova imposta municipale unica (IMU), disciplinata in linea di continuità con il precedente tributo IMU.

Il presupposto della nuova IMU resta quindi il possesso di immobili (fabbricati, aree edificabili e terreni agricoli).

L’imposta si calcola con le stesse regole, applicando al valore dell’immobile l’aliquota deliberata annualmente dal Comune.

Con deliberazione del Consiglio Comunale n. 17 del 15/04/2020 sono state approvate le aliquote e le detrazioni IMU 2020, che non hanno subito modifiche rispetto allo scorso anno.

Si evidenzia che alla attuale IMU sono nuovamente assoggettati:

  • fabbricati costruiti e destinati dall'impresa costruttrice alla vendita, fintanto che permanga tale destinazione e non siano in ogni caso locati (beni merce);
  • fabbricati rurali ad uso strumentale di cui all'articolo 9, comma 3-bis, del D.L. 30/12/1993, n. 557, convertito, con modificazioni, dalla legge 26/2/1994, n. 133.

Per il 2020 sono confermate le modifiche normative già introdotte, relative a:

  • terreni agricoli: ripristinata l'esenzione per la fascia collinare già prevista nel 2013 e anni precedenti; nuova esenzione per i terreni agricoli posseduti e condotti da coltivatori diretti e IAP, iscritti alla previdenza agricoli, in qualsiasi zona ubicati;
  • comodati gratuiti: abbattimento del 50% della base imponibile per l'abitazione concessa in comodato gratuito a parenti di primo grado, se in presenza di determinati requisiti fissati dalla legge;
  • immobili locati: riduzione del 25% dell'imposta per gli immobili locati a canone concordato.
  • Esenzioni IMU per il settore turistico: il D.L. 19 maggio 2020 n. 34 (Decreto Rilancio) prevede che non sia dovuta la prima rata IMU 2020 relativa a “immobili rientranti nella categoria catastale D/2 e immobili degli agriturismo, ….degli affittacamere per brevi soggiorni, delle case e appartamenti per vacanze, dei bed & breakfast, dei residence … a condizione che i relativi proprietari siano anche gestori delle attività ivi esercitate”. In attesa di un chiarimento ministeriale, si ritiene che l’attività debba essere esercitata in forma imprenditoriale, escluse quindi le locazioni brevi.

    L'applicazione della nuova norma esonerativa implicherà l'obbligo di effettuare apposita dichiarazione IMU, anche su modello specifico che sarà messo a disposizione del Comune.

Per quanto riguarda i pagamenti, in sede di prima applicazione, la norma prevede il versamento dell’acconto nella misura del 50% di quanto versato per IMU e TASI nel 2019;

Nel caso in cui la situazione di possesso si fosse modificata rispetto al 2019, è comunque possibile effettuare il versamento calcolando l’imposta dovuta per il primo semestre 2020, utilizzando le aliquote IMU già approvate, come previsto anche dalla Circolare n. 1/DF del 18.03.2020.

Per conoscere nel dettaglio le novità e approfondire anche questi temi è disponibile in allegato la brochure informativa (Info Imu 2020).

Scadenze 

  • 16 Giugno  acconto
  • 16 Dicembre  saldo

TARI (Tassa sui Rifiuti)

Per l’anno 2020 l’iter di approvazione delle tariffe è tuttora in corso e in attesa che siano definiti gli atti necessari: nel frattempo, tenendo in considerazione la difficoltà economica che tante famiglie e aziende attraversano a causa della sospensione delle attività lavorative dovuta all’emergenza sanitaria, l’Amministrazione (con deliberazione della Giunta Comunale n. 50 del 20/05/2020) ha stabilito di posticipare la scadenza relativa alla prima rata.

Il Comune provvederà, anche quest’anno, ad inviare per posta semplice, al domicilio del contribuente, l’invito di pagamento relativo alla tassa sui rifiuti comprensivo dei modelli F24 precompilati, da utilizzare per il versamento delle due rate. Il recapito degli avvisi di pagamento è previsto per l’inizio di Settembre, nei tempi utili per consentire il versamento alle scadenze fissate 

Scadenze e Tariffe

  • 30 Settembre: prima rata 
  • 16 Dicembre: seconda rata

Alleati e link utili

Info

Servizio Tributi 
(anche per contatti telefonici - martedì 9,00/12,00 - giovedì 15,00/18,00
telefono 051.61.61.680 - fax 051.61.61.711 - tributi@comune.zolapredosa.bo.it)

Valuta questo sito