Sezioni

"Seminare grano, raccogliere pace": la coltivazione di grani antichi nel Parco Giardino Campagna

Grazie a un patto di collaborazione, sono partiti i lavori di aratura del campo del Parco Giardino Campagna per la semina di grani antichi a scopo sociale e didattico, a cura delle Associazioni Zeula, Borghi di Via Gesso, WWF Bologna, Silva Nova
"Seminare grano, raccogliere pace" è il nome del progetto frutto del patto di collaborazione tra il Comune e l’Associazione culturale Zeula, con la partecipazione attiva delle associazioni I Borghi di via Gesso, Silva Nova e WWF Bologna.
Il 6 ottobre il progetto di recupero della coltura di cereali tipici e nel rispetto dell'ambiente ha preso il via con l’aratura di una porzione del Parco Giardino Campagna, un impegno di gestione della durata di tre anni finalizzato a:
 
  • coltivare con metodologie naturali grani antichi, farro, misto di leguminose, con i metodi dell'agroecologia,  secondo i dettami dell’agricoltura biologica senza utilizzo di concimi e diserbanti chimici, con rotazione agraria delle colture con tecnica di “minima lavorazione” nella porzione nord ovest del Parco, per una superficie di circa 1,5 ettari;

  • produrre farine di qualità che saranno destinate esclusivamente a titolo gratuito per scopi sociali con priorità al Banco Alimentare gestito dalle Caritas parrocchiali di Zola;

  • organizzare incontri e laboratori per le scuole e i cittadini per dare informazioni sulla filiera alimentare delle farine e sulla loro qualità e varietà. Questo in attuazione della direttiva “Farm to Fork (dalla fattoria alla tavola) e degli obiettivi della Strategia regionale dell’Agenda ONU2030 per lo sviluppo sostenibile.

L'Amministrazione Comunale esprime un prezioso ringraziamento alle associazioni promotrici impegnate nella gestione, manutenzione e cura con finalità sociali importanti per la comunità.

Locandina

campo1.jpg campo2.jpg campo 3.jpg seminare.jpeg

Valuta questo sito