Sezioni

Ponte di via Rigosa: il programma di ricostruzione

A partire dal 15 giugno senso unico alternato e deviazione dei mezzi pesanti, nella seconda metà di luglio una breve chiusura totale. Termine dei lavori fissato al mese di novembre.

Mercoledì 15 giugno prendono il via i lavori di ricostruzione della campata n.4 del ponte di via Rigosa: a partire da tale data sulla SP26 verrà istituito un senso unico alternato regolato da semaforo, contestualmente verranno installati i ponteggi a sbalzo per lavorare sulle altre campate dell'infrastruttura. 

In seguito all’impatto di un mezzo pesante fuori sagoma, avvenuto lo scorso 01/03/2022, il ponte è stato oggetto di interventi parziali di demolizione, necessari per consentire la regolare transitabilità della viabilità sottostante (SP26 via Rigosa). Contestualmente sono state avviate le attività di progettazione per la ricostruzione che hanno richiesto approfondimenti tecnici complessi data la particolarità ingegneristica dell’opera.

Per consentire l’esecuzione del programma di ricostruzione, sarà necessario attivare dalla mattina di mercoledì 15 giugno un senso unico alternato e transito deviato per gli autocarri per tutta la durata dei lavori, previsti almeno fino a novembre 2022. Al fine di agevolare gli utenti, sarà predisposta apposita segnaletica informativa già a partire dalla via Emilia - Marco Emilio Lepido e da Zola Predosa intersezioni SS569 e via Masetti.

Nella seconda metà del mese di luglio, in accordo con gli Enti locali - e per la durata massima di sette giorni - al fine di consentire l’installazione di quattro nuove travi del ponte, è stata inoltre prevista la chiusura al traffico del tratto della S.P. 26 via Rigosa nel tratto tra l’intersezione con via Marco Emilio Lepido e via Cavalieri Ducati. 

Per tutta la durata delle lavorazioni sarà inoltre necessario mantenere chiusa la rampa di uscita dello svincolo dell’Autostrada A14 di Bologna Borgo Panigale per i soli veicoli provenienti da Milano. Sulla base dello stato di avanzamento del cronoprogramma, saranno valutate e condivise con gli enti territoriali eventuali modifiche alla viabilità autostradale.

Valuta questo sito