Sezioni

Le misure antismog e le limitazioni alla circolazione per i veicoli più inquinanti. Le misure in vigore dal 11 gennaio fino al 30 aprile 2021

Sospeso il Blocco dei diesel euro 4. Le altre novità. Notizia in aggiornamento

Le ultime novità

La Regione Emilia-Romagna ha comunicato le nuove decisioni sulle misure antismog:

  • le misure strutturali ed emergenziali sono prolungate di un mese, fino al 30 aprile
  • dal 11 gennaio entrano a far parte delle misure di blocco strutturali anche i veicoli euro 2 Benzina e Gpl e CH4 Euro 1. Restano viceversa sospese le limitazioni per i veicoli diesel Euro4 (ed euro5 in caso di misure emergenziali)
  • previsto il raddoppio delle domeniche ecologiche a partire dal 24 gennaio (ad esclusione della domenica di Pasqua e del 26 dicembre), nei Comuni aderenti al Pair2020, domeniche in cui scatterà anche il blocco per i veicoli diesel Euro 4.

> Tutte le novità e le nuove misure tramite la notizia sul sito della Regione 

> La nuova ordinanza regionale
DGR  33/2021 che completa il quadro delle misure annunciate 
> la notizia sul portale metropolitano

Le misure strutturali in vigore

Per effetto delle novità di inizio 2021, le limitazioni  - che riguardano i Comuni dell'agglomerato di Bologna (Argelato, Calderara di Reno, Casalecchio di Reno, Castel Maggiore, Castenaso, Granarolo dell’Emilia, Ozzano dell'Emilia, San Lazzaro di Savena e Zola Predosa) oltre a Bologna e Imola - prevedono, dal 11 gennaio 2021 e fino al 30 aprile 2021 (non più il 31 marzo) quanto segue:

  • dal lunedì al venerdì, dalle 8.30 alle 18.30, e nelle domeniche ecologiche non possono circolare i veicoli fino a euro 2 Benzina, Diesel Euro 3 Gpl e CH4 Euro 1 e cicli e motocicli pre-euro
  • il meccanismo che attiva le misure emergenziali si basa sulla previsione di superamento dei valori giornalieri di PM10 per tre giorni a decorrere da quelli di controllo – che aumentano da due a tre: il lunedì, il mercoledì e il venerdì - e fino al giorno di controllo successivo
  • aumento a 4 delle domeniche ecologiche (a partire dal 24 gennaio)
  • blocco diesel euro4 nelle domeniche ecologiche
  • biglietti giornalieri per trasporto pubblico urbano nelle domeniche ecologiche (per i Comuni con più di 50mila abitanti)
  • potenziamento dei controlli della polizia locale
  • divieto di abbruciamento dei residui vegetali nel periodo dal 1 ottobre al 30 aprile (con eccezione dei trattamenti fitosanitari).

Norme per il riscaldamento domestico

Dal 1° ottobre 2020 al 30 aprile 2021 è inoltre in vigore lo stop all’utilizzo di caminetti aperti e delle stufe a legna o pellet per il riscaldamento domestico di classe 1 e 2 stelle negli immobili civili in cui è presente un sistema alternativo di riscaldamento domestico, che si trovino in tutto il territorio regionale sotto i 300 metri di altitudine (sono quindi esclusi i Comuni montani, specificati dalla legge regionale 2/2004 “Legge per la montagna”) e nei Comuni oggetto di infrazione per la qualità dell’aria.

La Regione varerà un bando per incentivare la sostituzione delle stufe - maggiore agente inquinante - definendo una misura integrativa rispetto al bonus 110.

Dal 1° gennaio 2020 in Emilia-Romagna è consentito installare solo nuovi impianti di classe 4 stelle o superiore. E’ inoltre obbligatorio, nei generatori di calore a pellet di potenza termica nominale <35kW, l’uso di pellet certificato da un Organismo accreditato (UNIEN ISO 17225 di classe – A1).

Misure emergenziali

Il meccanismo che attiva le misure emergenziali si basa sulla previsione di superamento dei valori giornalieri di PM10. Le misure si applicano per tre giorni a decorrere da quelli di controllo e fino al giorno di controllo successivo. I giorni di controllo settimanali, dal 11 gennaio, aumentano da due a tre: il lunedì, il mercoledì e il venerdì.

Il Bollettino è reso disponibile su www.liberiamolaria.it

Nel dettaglio le misure emergenziali prevedono:

  • limitazioni alla circolazione estese anche ai veicoli fino a diesel euro 4 compreso
  • divieto di spandimento dei liquami zootecnici, misura che sarà estesa su tutto il territorio regionale con l’attivazione su base provinciale. Sono escluse le tecniche di spandimento con interramento immediato dei liquami e con iniezione diretta al suolo.

Si confermano, inoltre, lo stop agli impianti a biomassa per uso domestico fino a 3 stelle (comprese) in presenza di impianto alternativo; l’obbligo di abbassamento del riscaldamento fino a 19° C nelle case e 17° C nei luoghi di attività produttive e artigianali; i divieti di combustione all’aperto (falò, barbecue, fuochi d’artificio, ecc…), di sosta e fermata con il motore acceso per tutti i veicoli; il potenziamento dei controlli sulla circolazione dei veicoli nei centri urbani.

Ordinanze comunali

- "Provvedimento per il contenimento dell'inquinamento atmosferico da PM 10 e altri inquinanti nel Comune di Zola Predosa – PAIR 2020 - blocco parziale del traffico anno 2020/2021" > consulta l'Ordinanza di Zola Predosa  (n. 42/2020) 
NB - è in fase di adozione la nuova Ordinanza 

- PAIR 2020 e utilizzo di biomasse: obblighi, divieti e prescrizioni > Ordinanza n. 47/2020 
NB - è in fase di adozione la nuova Ordinanza 

Allegati e link utili

Altre info

Dal portale metropolitano è possibile accedere ad altri servizi:

Valuta questo sito