Sezioni

Comunicato Assessore allo Sport su misure svolgimento attività negli impianti sportivi

Misure operative per lo svolgimento dell'attività negli impianti sportivi emerse dalla Consulta Comunale dello Sport e valide, salvo nuove e diverse prescrizioni, fino al 3 aprile p.v.

COMUNICATO 

Si è svolta ieri sera la Consulta Comunale dello Sport convocata in via d’urgenza ed eccezionalmente svoltasi in Sala dell’Arengo al fine di ottemperare alla raccomandazione di mantenere una distanza interpersonale di almeno un metro. Insieme al Presidente della Consulta Astorre Legnani abbiamo ritenuto opportuno riunirci per esaminare insieme i contenuti del nuovo Decreto del 4 marzo e condividere indicazioni operative il più possibile omogenee sul territorio di Zola Predosa ai fini del contenimento del “coronavirus”. Anche le associazioni sportive sono chiamate ad assumere scelte importanti ed abbiamo voluto che non si sentissero da sole a farlo.

Alla riunione ha partecipato il Dott. Salvatore Bauleo che ha risposto ai tanti quesiti dei presenti offrendo un preziosissimo contributo per orientarsi sulle misure precauzionali da adottare e sulle scelte da intraprendere. A lui è andato il plauso della Consulta e la mia personale gratitudine.

Al termine di una lunga ed approfondita discussione, la Consulta ha assunto il seguente orientamento unanime:

  • I gestori manterranno gli impianti aperti pur con limitazioni all’accesso ai soli partecipanti alle attività ammesse e nel rispetto delle misure igienico-sanitarie previste nel Decreto e che verranno anche segnalate con opportuna cartellonistica.
  • La corsistica e le attività sportive e motorie di base verranno svolte nei casi in cui l’organizzatore dell’attività reputi possibile, anche attuando eventuali correttivi, il mantenimento della distanza interpersonale di almeno un metro.
  • Saranno consentiti allenamenti di soli atleti agonisti in impianti “a porte chiuse” (ovvero all’aperto senza pubblico) e che si svolgano nel rispetto della previsione secondo cui il proprio personale medico indichi i “controlli idonei a contenere il rischio di diffusione del virus”. Considerando che, allo stato, non sono ancora state rese note indicazioni specifiche in merito alla tipologia e frequenza dei controlli e in attesa delle stesse, pur nella libertà di procedere secondo le indicazioni di medici di propria fiducia che prescrivano idonee misure - precauzionalmente – si è convenuto di sospendere temporaneamente le sedute di allenamento degli agonisti, specie di quelle attività per cui è previsto un contatto ravvicinato.
  • Le competizioni potranno svolgersi solo se ed in quanto disposte dalle competenti Federazioni e, in ogni caso, senza la presenza di pubblico.
  • L’accesso agli spogliatoi, laddove strettamente necessario, sarà contingentato adottando specifiche misure per evitare assembramenti e per consentire, in ogni caso, la distanza interpersonale di un metro anche nei locali docce. 
  • I bar interni ai centri sportivi, laddove aperti, si atterranno alle prescrizioni della norma mettendo in condizione i frequentatori di rispettare la distanza tra di loro di almeno un metro ed adottando tutte le prescritte misure igienico-sanitarie.

In considerazione delle dimensioni e delle caratteristiche dei singoli impianti, della specificità di ciascuna disciplina e del numero previsto di partecipanti, ogni associazione potrà adottare ulteriori misure precauzionali e potrà disporre pertanto autonomamente, pur nel rispetto delle linee guida condivise in Consulta, eventuali ulteriori limitazioni.

In tutti i casi in cui le associazioni dovessero ritenere di non poter garantire le prescritte condizioni e misure precauzionali, l’invito dell’Amministrazione, condiviso dalla Consulta, è quello di sospendere l’attività secondo un generale principio di prudenza e di salvaguardia della salute e della incolumità pubblica.

Tutte le misure, salvo nuova e diversa prescrizione, saranno valide sino al 3 aprile p.v.

Tutti i rappresentanti delle associazioni presenti hanno mostrato un alto senso di responsabilità. Si chiede a tutti i cittadini di collaborare per il rispetto delle misure sopra riportate e di quelle che verranno indicate per lo svolgimento delle attività consentite.

Per vincere la sfida collettiva è necessario un impegno individuale. Ce la faremo. 

 

Ernesto Russo

Assessore allo Sport

info

Servizio Cultura Sport
ufficioculturasport@comune.zolapredosa.bo.it

Azioni sul documento

pubblicato il 2020/03/06 09:15:00 GMT+2 ultima modifica 2020-03-12T10:55:27+02:00 scaduto

Valuta questo sito