Sezioni

Coronavirus: aiuto ai soggetti fragili. Numero dedicato e i servizi al vostro fianco

Il numero 334.1363811 è attivo dal lunedì al venerdì dalle ore 9 alle ore 12. Spesa, medicine, supporto psicologico. Tutti i servizi

Numero comunale dedicato

In questo momento di emergenza, allo scopo di supportare e assistere i soggetti più fragili, l'Amministrazione Comunale ha deciso di istituire un numero che può essere contattato per ricevere informazioni finalizzate ad ottenere un aiuto pratico nella gestione di necessità quotidiane quali: la consegna servizia domicilio della spesa, la consegna a domicilio delle medicine.

Le consegne verranno effettuate o direttamente dalle attività commerciali e dalle farmacie resesi disponibili. Anche i Centri socio-culturali del territorio hanno già manifestato disponibilità in tal senso e stanno predisponendo servizi di supporto ed assistenza d’intesa con l’Amministrazione.

I cittadini che valutano di trovarsi in situazioni di particolari difficoltà e bisogno possono chiamare il numero 334.1363811 dal lunedì al venerdì dalle ore 9 alle ore 12.

Il progetto di consegna della spesa a domicilio è realizzato in collaborazione con Proloco Zola Predosa, per effetto del Patto di Collaborazione per la realizzazione del progetto veniaAMOnoi: il Patto è consultabile dalla sezione dedicata.

Supporto psicologico

supporto psicologicoIl Comune di Zola Predosa, in collaborazione con EDMR e ATS Bergamo ha attivato un servizio di supporto psicologico a distanza, facile da attivare, a beneficio delle persone che ne avessero bisogno.
I cittadini potranno attivare la richiesta di supporto:
» chiamando direttamente il numero telefonico 334.1363811 
» oppure lasciando un messaggio (sms) al cellulare indicato con scritto “ATTIVA SOSTEGNO”.  Il cittadino sarà richiamato entro 24 ore
Leggi la notizia dedicata

Ricetta dematerializzata 

ricettaI pazienti possono ritirare i medicinali anche se non hanno attivato il Fascicolo sanitario elettronico con la sola trasmissione, da parte del medico, del "Numero ricetta elettronica" (Nre) e mostrando in farmacia il codice fiscale.

Con l’obiettivo di ridurre il più possibile tutti gli spostamenti, anche quelli da casa all’ambulatorio medico, per scongiurare possibili occasioni di contagio e per venire incontro alle esigenze dei cittadini, la Regione Emilia-Romagna, prima a farlo a livello nazionale, ha attivato la ricetta dematerializzata anche per molti farmaci per i quali era prevista sinora quella rossa cartacea.

Per i farmaci “in distribuzione per conto” e per tutti gli altri prescritti dai medici di medicina generale e dai pediatri di libera scelta su ricetta dematerializzata, non è più necessario che il cittadino ritiri presso gli ambulatori medici il “promemoria” cartaceo della prescrizione.

La Regione ha confermato che i pazienti possono ritirare i medicinali anche se non hanno attivato il Fascicolo sanitario elettronico (Fse) con la sola trasmissione da parte del medico al cittadino, secondo modalità tra loro concordate, del “Numero ricetta elettronica” (Nre) e mostrando in farmacia il codice fiscale.

Per i pazienti che hanno già attivato, invece, il Fascicolo sanitario elettronico è sufficiente mostrare in farmacia, direttamente dal proprio smartphone, il simbolo del bar code della ricetta.

> leggi la notizia dedicata sul sito di Città Metropolitana

Allegati

Locandina servizi al tuo fianco

Farmaci a domicilio

Si segnala che è attivo anche un numero di telefono per la consegna di farmaci a domicilio in collaborazione con la Croce Rossa Italiana (valido su tutto il territorio dell’Unione Reno Lavino Samoggia): 

  • tel. 051.311541 oppure 334 6379923
    tutti i giorni dalle 9.00 alle 12.30 e dalle 14.00 alle 17.00

Valuta questo sito