Sezioni

Fondo Grano Duro di cui all'articolo 23-bis del D.L. n. 113/16, convertito, con modificazioni, dalla L. n. 160/16 - scadenza in attesa di Decreto AGEA

[Agricoltura] Il Ministero delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali ha definito le modalità di ripartizione del Fondo grano duro così da sostenere i produttori aderenti a contratti di filiera e migliorare e valorizzare la qualità del grano duro.

A chi si rivolge

Imprese agricole che abbiano sottoscritto, entro il 31 dicembre dell'anno precedente alla domanda di contributo, contratti di filiera di durata almeno triennale, direttamente o attraverso cooperative, consorzi e organizzazioni di produttori di cui sono socie.

Cosa prevede

L'aiuto mira a:
a. sostenere l'aggregazione dei produttori di grano duro e dell'intera filiera;
b. valorizzare i contratti di filiera del comparto cerealicolo;
c. migliorare e valorizzate la qualità del grano duro grazie all'uso di sementi certificate;
d. favorire investimenti per la tracciabilità e la certificazione della qualità del grano duro.

Cosa offre

Un aiuto pari a € 100 per ogni ettaro, coltivato a grano duro nel periodo autunno/inverno dell’annualità precedente alla domanda di contributo, oggetto del contratto. L'aiuto per ciascun beneficiario è commisurato agli ettari di superficie agricola coltivati a grano duro, con il limite di 50 ettari.
L'aiuto è concesso nel limite massimo di € 20.000 nell'arco di tre esercizi finanziari.

Scadenza e modalità di richiesta

Le domande dovranno essere presentate al gestore AGEA, secondo le modalità che lo stesso gestore definirà.

Link utili

Decreto 20 Maggio 2020

Valuta questo sito