Sezioni

Residenza: variazione in tempo reale

Oggetto

La residenza di una persona è il luogo in cui la stessa ha la dimora abituale. Si tratta di una situazione di fatto (dimorare abitualmente in un certo luogo) a cui deve corrispondere una situazione di diritto contenuta nelle risultanze anagrafiche del Comune.

Il Decreto "semplifica italia" (decreto legge 9 febbraio 2012 n. 5) è stato approvato in via definitiva dal parlamento il 4 aprile 2012. Una delle modifiche previste dal decreto è il cosiddetto "Cambio di residenza in tempo reale" riferita alle seguenti variazioni anagrafiche:

  • Iscrizione anagrafica con provenienza da altro comune
  • Iscrizione anagrafica dall'estero
  • Cambio di abitazione all'interno del comune
  • Emigrazione all'estero

Uffici e competenze

Ufficio responsabile: Servizi Demografici
Dove rivolgersi: URCA - Sportello del Cittadino

Destinatari

Chi decide di prendere (o modificare) la residenza nel Comune di Zola Predosa.

Procedimento

Il comune che riceve la dichiarazione di cambio di residenza da parte del cittadino, deve procedere all'iscrizione al nuovo indirizzo entro due giorni dal ricevimento della richiesta, con decorrenza dalla data di presentazione della domanda.
L'Ufficiale d'Anagrafe entro 45 giorni dalla data di presentazione della dichiarazione, dispone gli accertamenti per verificare la dimora abituale e la regolarità della documentazione presentata e comunica al cittadino interessato, entro lo stesso termine, l'eventuale esito negativo.
Se, decorso tale termine, il cittadino non riceve alcuna comunicazione da parte del Comune, la pratica si considera definitivamente accettata, con applicazione della regola del silenzio - assenso.
In caso di dichiarazioni non corrispondenti al vero, si applicano gli articoli 75 e 76 del D.P.R. n. 445/2000, i quali dispongono rispettivamente la decadenza dai benefici acquisiti per effetto della dichiarazione (cancellazione della residenza con ritorno alla situazione anagrafica precedente) ed il rilievo penale della falsa dichiarazione: l'Ufficiale d'Anagrafe deve segnalare all'Autorità di Pubblica Sicurezza le discordanze tra le dichiarazioni rese dagli interessati e gli esiti degli accertamenti esperiti.

La richiesta deve essere fatta sui moduli previsti dal Ministero dell'Interno, disponibili in questa pagina, compilati in tutte le parti obbligatorie; alla richiesta deve essere allegata copia del documento d'identità del richiedente e dei componenti che si trasferiscono insieme a lui che, se maggiorenni, devono anche firmare il modulo di richiesta.

NB - Dal 28 maggio 2014 è entrato in vigore in via definitiva dopo la legge di conversione 23 maggio 2014 n. 80, il decreto legge 28-03-2014 n. 47 che all'articolo 5 prevede: "(...) Chiunque occupa abusivamente un immobile senza titolo, non può chiedere la residenza né l'allacciamento a pubblici servizi in relazione all'immobile medesimo e gli atti emessi in violazione di tale divieto sono nulli a tutti gli effetti di legge".
Al momento della presentazione della richiesta di iscrizione anagrafica, l'interessato potrà presentare i documenti attestanti la proprietà o il regolare possesso dell'immobile presso cui intende fissare la propria residenza, oppure potrà avvalersi della dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà resa ai sensi dell'art. 47 del DPR 445/2000 contenente le informazioni necessarie per la presentazione della richiesta.
Nel caso in cui il contratto di affitto o di comodato non sia registrato, oppure nel caso di titoli di occupazione diversi, la dichiarazione potrà essere resa dal proprietario, che in questo modo fornirà un "assenso" all'occupazione dell'immobile.

Per la richiesta di residenza il cittadino può:

  1. presentarsi all'URCA - Sportello del Cittadino al Piano 0 del Municipio. NB:
    • in caso di nuova residenza o cambio di indirizzo all'interno del Comune, è opportuno informarsi bene sulla documentazione da produrre. Ciò è possibile tramite le indicazioni e la documentazione presente in questa pagina, o telefonicamente tramite i numeri dell'ufficio (051.6161610-613);
    • trattandosi di procedure che richiedono tempo, per le pratiche di residenza è preferibile fissare un appuntamento col personale dell'ufficio, in modo da evitare attese e possibili disagi. Per fissare un appuntamento: 051.6161610-613;
    • in caso di accesso diretto (qualora non fosse stato possibile chiedere un appuntamento) si consiglia comunque di recarsi allo sportello nelle prime ore del mattino;
  2. inviare la richiesta per raccomandata al Comune - Ufficio URCA-Sportello del Cittadino - Piazza della Repubblica 1 - 40069 Zola Predosa (Bo)
  3. inviare la richiesta per fax al numero 051 6161621
  4. inviare la richiesta per via telematica:
    indirizzo di posta elettronica semplice: servizidemografici@comune.zolapredosa.bo.it
    indirizzo di posta elettronica certificata: anagrafe.comune.zolapredosa@cert.provincia.bo.it

Perché l'invio tramite posta elettronica possa essere accettato, deve rispettare uno dei seguenti requisiti:

  1. che la dichiarazione sia sottoscritta con firma digitale;
  2. che l'autore sia identificato dal sistema informatico con l'uso della Carta d'identità elettronica, della carta nazionale dei servizi, o comunque con strumenti che consentano l'individuazione del soggetto che effettua la dichiarazione;
  3. che la dichiarazione sia trasmessa attraverso la casella di posta elettronica certificata del dichiarante;
  4. che la copia della dichiarazione recante la firma autografa e la copia del documento d'identità del dichiarante siano acquisite mediante scanner e trasmesse tramite posta elettronica semplice.

N.B. Il cittadino di Stato non appartenente all'Unione Europea deve allegare la documentazione indicata nell' allegato A).
Il cittadino di Stato appartenente all'Unione Europea deve allegare la documentazione indicata nell' allegato B). 

Allegati

Modulistica

vai alla modulistica di questo procedimento

Valuta questo sito