Logo stampa
Comune di Zola Predosa - Home Page
 
  • Aree tematiche
 
 

Villa Edvige Garagnani – una nuova opportunità per il territorio

Il 25 giugno 2005 l'inaugurazione

Comunicato stampa

INIZIATIVA
Sabato 25 giugno 2005 dalle ore 18,
presso Villa Edvige Garagnani - Via Masini n. 11 - Zola Predosa (Bo)
avrà luogo L'INAUGURAZIONE DELLA VILLA.
Alle iniziative per l'inaugurazione della villa sono stati invitati i cittadini di Zola Predosa, tutte le Autorità ed i Rappresentanti delle varie Istituzioni Pubbliche locali, in particolare della Regione Emilia Romagna, della Provincia di Bologna, del Comune di Bologna, della Sovrintendenza per i Beni Ambientali ed Architettonici, dell'Università degli Studi di Bologna, delle Amministrazioni Comunali dell'Area Bazzanese, di Sasso Marconi e di Casalecchio di Reno.
Saranno presenti con propri stands le aziende e le attività commerciali del territorio che hanno collaborato alla realizzazione dell'iniziativa, collaborazione per la quale l'Amministrazione Comunale ringrazia sin d'ora.

PROGRAMMA
L'iniziativa è organizzata come segue:
Sabato 25 giugno
18,00 apertura
intervengono
Giancarlo Borsari - Sindaco di Zola Predosa
Loreno Rossi - Assessore al Turismo del Comune di Zola Predosa
Giacomo Venturi - Assessore alla Pianificazione Territoriale e Urbanistica della Provincia di Bologna
18.30 Presentazione del volume Villa Edvige Garagnani. Origine, storia e
restauro"
Intervengono
Marilena Melchiorri - Assessore alla Cultura del Comune di Zola Predosa
Gabriele Mignardi - Bibliotecario comunale e curatore della pubblicazione
Darko Pandakovic - Architetto vincitore del Concorso di Idee per il recupero di Villa Edvige Garagnani e la realizzazione del Giardino Campagna
19.00 Benedizione
Presentazione e visita della struttura
19.30 Rinfresco con degustazione di vini e prodotti tipici locali
21.00 nell'ambito della Rassegna "Corti, Chiese e Cortili"
Memoria e fantasia -- Flamenco, Bossanova, latin Tango Fusion
Guillermo Terrazza in quintetto

Domenica 26 giugno
Nel corso della mattinata sono previste visite guidate a Villa Edvige Garagnani a cura della Proloco e dell'Associazione Zeula durante le quali sarà rievocata la storia dell'edificio e dei suoi proprietari.
Per informazione sugli orari e per le prenotazioni:
Ufficio IAT di Zola Predosa - tel. 051.75.24.72

Mercoledì 29 giugno
21.00 nell'ambito della Rassegna "Jazz & Wine"
ANTONIO CIACCA QUINTET
Antonio Ciacca (pianoforte) - Andy Gravish (tromba) - Ed Jones (sax tenore) - Patrick Boman (contrabbasso) - Nicola Angelucci (batteria)
Prezzi dei biglietti: Intero 10,00 euro, ridotto 7,00 euro *
* under 18, over 65, portatori di handicap e loro accompagnatori, studenti universitari con tesserino di riconoscimento.
Apertura cassa: ore 20,45
Informazioni: Ufficio I.A.T. di Zola Predosa Via Risorgimento, 71/C; tel. 051.752.472; E mail info@iatzola.it

IL PERCORSO
Villa Edvige Garagnani rappresenta uno degli elementi architettonici ed ambientali più significativi di Zola Predosa.
La sua edificazione risale probabilmente alla seconda metà del 1700, e' un buon esempio di dimora borghese per la villeggiatura caratterizzata dalla loggia passante al piano terra. All'interno sono presenti resti di affreschi alla boschereccia attribuiti al Basoli.
Pochi gli elementi rimasti dell'antico giardino se non alcuni alberi di notevoli dimensioni come il Cedrus deodara antistante la villa e la finta grotta nella parte posteriore.
Di proprietà comunale dal 1971, la Villa è stata oggetto di un lungo percorso di recupero, attraverso un progetto voluto e perseguito dall'Amministrazione Comunale - quella passata e quella attuale - caratterizzato dalla volontà di aprirsi ai contributi provenienti dall'esterno. Collaborazione come fine e metodo, nell'ottica di restituire a Zola Predosa una nuova opportunità per il territorio. In tale quadro va letto l'intero e complesso percorso che ci conduce a oggi, percorso iniziato con l'indizione da parte della Amministrazione Comunale di un concorso di idee nazionale per il recupero conservativo e la rifunzionalizzazione della Villa.
Nel Dicembre del 2000 venne presentato, tra quelli partecipanti al concorso di idee, il Progetto Vincitore del Prof. Darko Pandakovic, unitamente alla pubblicazione
"Un giardino tra i palazzi e il fiume" illustrativo di tutti i progetti partecipanti al concorso di idee.
Al progetto preliminare sono seguiti il progetto esecutivo per il consolidamento statico della Villa ed il progetto esecutivo di rifunzionalizzazione e finiture degli interni, i cui lavori, iniziati nel luglio 2001, sono giunti a conclusione nel settembre dell'anno 2004. Nel loro complesso, le opere hanno comportato un investimento poco superiore ai 3,5 milioni di euro.

IDEE E SIGNIFICATI - Una nuova opportunità per il territorio
Il recupero della villa costituisce opera necessaria propedeutica al vero obiettivo dell'Amministrazione, vale a dire restituire uno spazio funzionale alla valorizzazione delle realtà del territorio: realtà produttive, associative, storico-artistiche, istituzionali.
Si dice che il bello fa bene all'anima, ma questa affermazione diventa più vera se la bellezza non è fine a se stessa, diventa accessibile, espressione del modo di essere di una comunità, un punto di incontro fra storia e modernità, fra espressione estetica e funzionalità.
In questo senso si colloca l'idea di fare di Villa Edwige Garagnani un centro destinato ad ospitare attività culturali, turistiche ed enogastronomiche, uno show room per le attività produttive ed economiche d'interesse sovracomunale; attività, tutte e ciascuna, finalizzate alla valorizzazione del territorio.
Poco più nel dettaglio, la Villa sarà sede dello IAT ed ospiterà tra l'altro:

  • spazi espositivi permanenti, dedicati agli "antichi mestieri" e alla storia zolese;
  • il Centro di Documentazione delle Ville storiche neoclassiche;
  • un punto ristoro aperto al pubblico che curerà anche il servizio catering per le diverse inziative in villa;
  • mostre ed esposizioni temporanee;
  • degustazioni, corsi di cucina e attività di promozione e di valorizzazione dei prodotti gastronomici e vitivinicoli locali, nelle suggestive cantine della Villa;
  • sale per convegni, seminari e meeting di aziende e privati;
  • le Associazioni locali per le iniziative di valorizzazione del territorio e del suo patrimonio ambientale e culturale;
  • sala delle cerimonie, per la celebrazione dei matrimoni civili.

Dentro la Villa saranno ospitati inoltre, a partire dalla primavera del 2006, la mostra su Angelo Venturoli, curata in collaborazione con l'Università di Bologna, ed il relativo Museo delle ville storiche neoclassiche.
Nell'immediato l'Amministrazione ha provveduto all'acquisto di arredi ed attrezzature per il funzionamento della Villa ed ha individuato l'area adiacente alla Villa
- rientrante nel "comparto C4" - quale parcheggio provvisorio, per consentire l'afflusso e il deflusso dei visitatori senza dover intervenire sulla viabilità della zona.

SOGGETTI E PARTNERS
Con Delibera della Giunta Comunale n.126/04 si è inteso istituire un gruppo di lavoro avente il compito di suggerire, valutare e proporre supporto tecnico-organizzativo all'amministrazione in merito alle idee di utilizzo anche attraverso l'individuazione - e conseguente suggerimento di soluzioni - di specifiche problematiche tecniche.
Il lavoro del gruppo sopracitato, composto da referenti amministrativi comunali e un rappresentante di Proloco, ha condotto alla definitiva approvazione delle prime linee di indirizzo concernenti i progetti di utilizzo della villa da Parte della Giunta con delibera n. 53/05, successivamente illustrata nei suoi contenuti al Consiglio Comunale di Zola Predosa nella seduta dello scorso 18 maggio.
Decisivo il ruolo attribuito all'Assessore alla Cultura, quale referente e coordinatore per tutte le iniziative ed attività che saranno organizzate all'interno della Villa, mentre il gruppo di lavoro continuerà a svolgere un ruolo di supporto alla programmazione delle attività, in collaborazione con i gestori.
L'Amministrazione Comunale ha individuato in Pro Loco il partner per la gestione della villa.
Pro Loco potrà utilizzare la Villa stessa come sede delle proprie attività, a seguito di stipula di apposita convenzione, svolgendo funzioni tecnico-strumentali (ossia presidio, sorveglianza, portineria, segreteria, informazioni, manutenzione ordinaria, funzionamento degli impianti e delle attrezzature, utilizzo degli arredi e delle dotazioni mobili, affitto delle sale ad altri soggetti interessati, coerentemente agli obiettivi prestabiliti), organizzative (ossia definizione, sulla base degli indirizzi dell'Amministrazione Comunale e di concerto con l'Assessorato alla Cultura, del programma delle iniziative/attività da realizzare all'interno della Villa) e gestionali (ossia gestione e coordinamento delle varie attività sulla base di un programma definito con l'Amministrazione Comunale, e dell'Ufficio IAT di concerto con l'Assessorato al Turismo, in modo che tale spazio diventi sempre più punto di riferimento per i Comuni a Sud Ovest di Bologna).

INFO
Segreteria del Sindaco - dott.ssa Marisa Campana e/o sig.ra Donatella Brizzi
tel. 051.6161606 - fax. 051.759922
E mail segreteriasindaco@zola.provincia.bo.it
Servizio Cultura- dott.ssa Valeria Alberghini
Tel. 051.6161732
E mail cultura@zola.provincia.bo.it